FERRARI ANNA

Questa voce è solo un abbozzo.

FERRARI ANNA


Brescia

Cantante

Ha iniziato giovanissima la preparazione musicale sotto la paziente ed attenta cura del maestro Gino Fogliata che si accorse immediatamente del talento di Anna, seguendone i primi passi sino al debutto nel teatro di S. Giovanni che vide il primo successo della cantante. Poi vennero le affermazioni più significative: medaglia d'oro a S. Nazzaro; finalissima nel concorso E.N.A.L. in Sardegna; medaglia d'oro a Lumezzane. Nel 1959 la Ferrari fresca vincitrice del microfono d'oro partirà per la Svizzera e la Germania dove l'attenderà un successo di pubblico e di critica fra i più graditi. E' vincitrice del "Buttafuori" 1961. La trasmissione del secondo programma della R.A.I. di Roma "Gran Gala" la proietta verso il firmamento sino ad allora sconosciuto e la fa apprezzare dal grande pubblico di tutta Italia, sentiamo cosa scrive il Giornale di Brescia del 21 giugno 1961: "Non possiamo che rallegrarci con Anna Maria Ferrari, ed augurarle una brillante carriera. La serietà con cui la giovane cantante ha intrapreso il difficile ed insidioso cammino della canzone, le dovrebbe assicurare una buona riuscita". Vincitrice del concorso a livello nazionale "Ugola d'Oro" del 1960 ad Iseo con lusinghiere recensioni sui quotidiani fra le quali segnaliamo: "Ugola d'Oro" è stata proclamata Anna Ferrari di Brescia, che ha avuto la medaglia d'oro donata dal Prefetto. La Ferrari è dotata di pregevoli mezzi vocali e per le sue colorite interpretazioni la possiamo definire una cantante completa". Parecchie sono le tappe di questa cantante e gli avvenimenti che le ruotano attorno. Sino al 1963 è fissa al "Parco Terme" di Boario, dopo la pausa per varie tournèe all'estero ed in Italia, ritorna per più di un lustro in detta località; fa parte di parecchi gruppi orchestrali, ma il più legato musicalmente è il complesso "Poker + 2" con il quale inciderà, nel 1985, in occasione del 25° anno di attività artistica dell'orchestra, un LP con ben 15 motivi. Riportiamo cosa scrisse il giornalista Alceste Aliprandi sul giornale la Gazzetta del 12 luglio 1998 in un'intervista al maestro Max Corradini sui ricordi del passato: "Siamo alla fine del 1958 e nella nostra orchestra avevamo necessità di un chitarrista. La cantante del gruppo, Anna Ferrari, ci dice di conoscere un ragazzino conterraneo che canta e s'accompagna con una chitarra strampalata. Arrivò a casa mia proprio nel giorno di Natale: quattordici anni, un fisico minuto….." e così nacque musicalmente quel talento che è Fausto Leali; Anna Ferrari scopritrice di talenti! Nel 1975 per le edizioni musicali "Padana" esce uno spartito musicale che reca in copertina la foto della "nostra" con la seguente scritta: "Un grande successo mondiale interpretato da Anna Ferrari su dischi Padana elaborato da P. Principe: la Paloma e Per Amor". Attualmente la cantante Anna Ferrari è impegnata in serate di intrattenimento con vari gruppi bresciani.