UGONI Ludovico

UGONI Ludovico

(Brescia, 1534 - m. dopo il 1627). Di Giovanni Luigi, capitano di fanti nel 1524 e nel 1529. Combatté nel 1570 contro Solimano II nella battaglia di Lepanto e fu ancora nel 1571 capitano di galee venete. Ebbe poi incarichi militari in Brescia. Nel 1575, alle prime avvisaglie della grande peste che desolò anche il Bresciano, comandò il cordone sanitario posto attorno ad Iseo, presunto focolaio d'infezione. Lo stesso fece nel 1576 con 500 fanti a Brescia, creando una cintura di protezione intorno alla zona infetta, duplicando le guardie alle porte della città, introducendo "quelle provvidenze in tali strettezze necessarie", ma "tutti i presidi, le difese, i propugnaceli" furono vinti dal morbo. La sua situazione economica divenne nel frattempo così precaria, tanto che dovette impegnare presso il Monte Nuovo di Pietà una croce di diamanti avuta in prestito da Flaminio Ugoni e nel 1615 vendette a Gaspare Lana i suoi beni di Nave. Era ancora vivo con la moglie nel 1627 nell'avita casa situata nei pressi della porta di Torlonga.