UGOLINI Augusto

UGOLINI Augusto

(Padova, 6 dicembre 1887 - Roma, marzo 1977). Di Ugolino e di Elisabetta Revere. Trasferitosi a Brescia con la famiglia nel 1894, vi compì gli studi compresi quelli liceali. Fu, seguendo l'esempio del padre, professore di storia naturale. Si distinse particolarmente nella seconda guerra mondiale. Con il grado di colonnello fu a capo della regione del lago Tana in Africa Orientale, meritandosi la stima della popolazione e dei suoi ascari il cui ricordo, a distanza di tanti lustri, ancora lo commuoveva. Si segnalò particolarmente nella difesa del caposaldo Culquabert. Durante l'assedio optò come sostegno per un battaglione di carabinieri al comando del maggiore Serrenti che il gen. Nasi, suo diretto superiore, gli affidò. Oltre ad opporre una tenace resistenza, riuscì a compiere una sortita di tale rilievo da venire segnalata il 21 ottobre 1941 dal Bollettino di Guerra del Quartiere Generale con le seguenti parole: «In Africa Orientale tre colonne di truppe nazionali e coloniali agli ordini del colonnello Augusto Ugolini, comandante del caposaldo di Culquabert, hanno effettuato nella giornata del 18 una sortita e sono penetrate profondamente nel territorio tenuto dal nemico. Dopo un violento combattimento, durante il quale veniva espugnato e messo a fuoco un caposaldo fortemente presidiato, l'avversario era volto in fuga e lasciava sul terreno oltre duecento uccisi. Le nostre colonne hanno catturato armi, materiale bellico e viveri. Nella vittoriosa azione si sono distinti per resistenza fisica e slancio aggressivo il gruppo carabinieri reali, i battaglioni camicie nere 14° e 240° ed il 67° battaglione coloniale». Alla fine ebbero il sopravvento le truppe inglesi al comando di Blackden, ma lo spirito di sacrificio degli italiani, ridotti allo stremo anche come rifornimenti, impressionò gli avversari. Subì una lunga prigionia, ma venne insignito di medaglia d'oro e delle insegne dell'Ordine Militare d'Italia. Continuò la vita militare raggiungendo il grado di generale di corpo d'armata.