UFFICI della Curia

UFFICI della Curia

Un decreto per la "riforma della curia diocesana" emanato dal vescovo di Brescia, mons. Giulio Sanguineti, il 28 febbraio 2000 (prot. n. 138/2000) oltre a creare sei Vicariati (v.) disponeva che i Segretariati esistenti assumessero la denominazione di Uffici sotto la guida di un responsabile denominato Direttore.




ORGANIGRAMMA DEGLI UFFICI DI CURIA:


A. VICARIO GENERALE e "moderatore di curia": Ufficio Cancelleria e Archivio Vescovile; Ufficio Promotoria e SS. Messe.


B. VICARI EPISCOPALI: Vicario episcopale per le attività dei ministri ordinati e per i loro organismi di comunione: Ufficio per le vocazioni; Ufficio per i Tempi dello Spirito; Ufficio per la Liturgia; Ufficio per gli Organismi Collegiali: per il Consiglio Presbiteriale Diocesano, per i Vicari zonali.


VICARIO EPISCOPALE PER LA PASTORALE DEI LAICI E I LORO ORGANISMI DI COMUNIONE: Ufficio per la Catechesi; Ufficio per gli Oratori e la Pastorale Giovanile; Ufficio per la Pastorale della Famiglia; Ufficio per la Scuola; Ufficio per la Pastorale sociale; Ufficio Caritas; Ufficio per le Missioni; Ufficio per i Migranti; Ufficio per la Pastorale della Salute; Ufficio per la Pastorale del Turismo e dei Pellegrinaggi; Ufficio per gli Organismi Collegiali: per il Consiglio Pastorale Diocesano, per i Consigli Pastorali zonali, per i Consigli Pastorali Parrocchiali.


VICARIO EPISCOPALE PER LA VITA CONSACRATA: Ufficio per la vita consacrata.


VICARIO EPISCOPALE PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO: Ufficio per l'Ecumenismo e il Dialogo.


VICARIO EPISCOPALE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA E LE ISTITUZIONI CULTURALI: Ufficio per le Comunicazioni Sociali; Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici.


VICARIO EPISCOPALE PER GLI AFFARI ECONOMICI: Ufficio Amministrativo.