UFFICIO provinciale fascista per l'emigrazione

UFFICIO provinciale fascista per l'emigrazione

Costituito nell'agosto 1923 dalla Confederazione delle Corporazioni fasciste e nell'ambito dell'Ufficio Nazionale, ebbe come scopo di «aiutare gli emigranti nelle pratiche necessarie per ottenere i documenti richiesti dai vigenti regolamenti per l'Emigrazione e di trasmettere direttamente al R. Commissariato (e per lui al R. Ispettorato locale di Emigrazione) le relative domande di imbarco, inviando però al tempo stesso all'Ufficio Nazionale Fascista per l'Emigrazione l'elenco nominativo degli emigranti che abbiano avanzata domanda d'imbarco per mezzo di esso ufficio Provinciale». Inoltre gli venne affidato il compito di contrastare ogni forma di "bagarinaggio" sugli emigranti, combattere speculazioni sui prezzi dei biglietti, combattere ogni abuso, controllare l'emigrazione provinciale ed interregionale, ecc.