UFFICIO

UFFICIO (o Comitato) di sanità

Specie di giunta permanente di vigilanza igienica, istituita dal Governo veneto ed eletta dal Consiglio Generale. Vi appartenevano alcuni Nobili consiglieri e alcuni medici, sette in tutto, ma durante il pericolo di epidemia veniva rafforzato con nuovi elementi e diventava il centro direttivo della profilassi e dell'assistenza sanitaria. «Durante la peste del 1630 vi appartennero - come ricorda il Ducco - dieci membri, e fra questi il nob. cav. Settimio Fisogni, i medici Giampaolo Ferlinga, Francesco Albani, G. Battista nob. Soncini e l'autore nob. Ducco, il nob. dott. Sigismondo Lantieri de' Paratico, il conte Lodovico Gambara, il nob. Lorenzo Medici e altri due». (v. anche Sanità, ufficio di).