TIRO con l'arco

TIRO con l'arco

L'arco nasce come sport moderno negli Stati Uniti, dove nel 1879 viene costituita la "National Archery Association". Alla vigilia della prima guerra mondiale viene disputata in Francia la prima competizione internazionale e nel 1931 a Bruxelles viene fondata la F.I.T.A. (Federazione Internazionale di Tiro con l'Arco). In Italia, dove questo sport si diffonde nel secondo dopoguerra, sono presenti due Federazioni di tiro con l'arco: F.I.T.Arco (Federazione Italiana Tiro con l'Arco), fondata nel 1961, che organizza gare di tiro all'aperto e al chiuso su varie distanze; F.I.A.R.C. (Federazione Italiana Arcieri Tiro di Campagna), fondata nel 1983, che organizza gare di "tiro di campagna" con sagome di animali e bersagli disseminati lungo un percorso collinare-boschivo. Spesso le compagnie di arcieri sono iscritte a entrambe le federazioni. Nel Bresciano già negli anni Trenta si disputavano campionati provinciali di tiro con l'arco tradizionale, che videro primeggiare, il 14 maggio 1931, Adele Marini di Calcinato; ma è dagli anni Settanta che l'arco moderno si diffonde come sport.


Fra le prime "compagnie" a praticarlo vi furono la Società Arcieri Bresciani, di Brescia, fondata nel 1976; la Arcieri Castello di Breno, fondata nel 1984; la Arcieri del Garda, fondata a S. Felice del Benaco nel 1986. Nell'ottobre 1987 gli Arcieri del Garda organizzarono una delle prime gare amichevoli "900 Round", alla quale parteciparono quattro regioni: Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia. Primo presidente fu Giuseppe Bressan. Primo campo da tiro in via Zubino a S. Felice del Benaco. Di Brescia si segnalarono Augusto Finari e Gilberto Cappellini. Nel 1990 le compagnie bresciane affiliate alla F.I.T. Arco salivano a sette. Oltre a quelle di S. Felice del Benaco, di Brescia e di Breno, si contavano quelle di Gavardo, di Montichiari (Arcieri dei Colli Morenici, fondata nel 1987), di Boario Terme (Arcieri Alabarde Camune, fondata nel 1987), di Caino (Polisportiva Handicappati). Nell'ottobre 1990 si tenevano alle Vincellate le prove per il campionato lombardo. Gare si tennero in Pertica Alta nel 1993. Nel maggio 1994 gli arcieri dell'Unione Sportiva Padernese (1994) di Paderno organizzarono una gara di tiro alle targhe. Nello stesso anno, a Cologne, nasceva la società "04 119 Camo". Il I dicembre 1996 nasceva il gruppo Arcieri Val del Chiese di Sabbio, gruppo che nell'aprile 1997 inaugurava, in località Tratta, un campo di tiro. Il 14 luglio veniva inaugurato a Darfo, in località Castellino, il campo degli Arcieri Alabarde Camune.


Tra le compagnie bresciane più attive e titolate vi è la Arcieri Colli Morenici di Montichiari, presieduta da Saverio Chiarini, nella quale si sono distinte in campo femminile Clara Migliorini, più volte campionessa italiana e con sei record italiani distribuiti su varie distanze, Eugenia Salvi, attualmente (2003) al primo posto della graduatoria nazionale, Mara Scalmana, Lucia Finadri, Laura Milani. Nel 2000 la squadra femminile vinceva la medaglia d'oro ai campionati assoluti italiani. In campo maschile innumerevoli sono i piazzamenti ai campionati italiani della squadra veterani, composta da Luciano Faldini, Mauro Tinti, Ario Rossi. Luciano Faldini detiene anche due record mondiali. Nella Società Audax Brescia emerge Elena Perosini e nella Società Arcieri Castello di Breno Roberta Rondini, campionessa italiana assoluta (2002) nella specialità arco nudo. Fiore all'occhiello degli arcieri bresciani è stata l'organizzazione a Brescia, all'E.I.B., nel 2003, del 30° Campionato Italiano indoor da parte della Compagnia Arcieri Colli Morenici con la collaborazione di tutte le società bresciane associate alla F.I.T.Arco e con la partecipazione di 700 arcieri. Presso la Arcieri Colli Morenici è attivo anche il gruppo "Elfi della rocca" specializzato nella rievocazione di tradizioni medievali.


La Compagnia Arcieri di Montegargnano, facente parte della F.I.A.R.C., è attiva nella promozione e diffusione del tiro di simulazione venatoria con l'arco su sagome di animali, bersagli in movimento e a tempo. Con lo stesso scopo è sorta a Sarezzo nel luglio 2002 la compagnia "04 Sare".


Nel 2001 le Società bresciane affiliate alla F.I.T.Arco erano 12: 3 in Brescia e 9 in provincia. Quelle affiliate alla F.I.A.R.C. erano 14, con campi di tiro attrezzati a Darfo, Travagliato, Monteorfano (Cologne), Chiari, Gardone V.T., Nave, Sabbio Chiese, Navazzo di Gargnano, Calvagese della Riviera.