GAIONCELLI Nicolò

GAIONCELLI Nicolò

(1757 - Ottobre 1652). Di Balduino. Paggio di Ferrante Gonzaga che era stato governatore di Milano per conto di Carlo V, prima di recarsi con lo stesso incarico in Ungheria. Nicolò diventò alfiere di una compagnia di archibugieri per la guardia dello stesso viceré, trovandosi a suo agio in quel paese, dove un suo parente, Antonio, aveva ricevuto un titolo dall'imperatore Ferdinando d'Asburgo, diploma che è ancora conservato nella casa di Colombaro Cortefranca. Combattè in Fiandra fra la fine del '500 e i primi del '600, probabilmente sotto Anversa. Si trasferì poi a Gradisca, nella compagnia del conte Bonifacio Agliardi di Bergamo e venne nominato capitano dei corazzieri. Con tale grado, combattè contro gli Uscocchi nel Friuli, nel 1616, ritirandosi finalmente nel 1643 a godere una lauta pensione a Lovere, dove morì.