GAFFURI Vincenzo

GAFFURI Vincenzo

(Rezzato, 25 ott. 1837 - Brescia, 29 giugno 1912). Di Antonio e di Caterina Piccini. Entrato come chierico nel Seminario di Lovere il 21 dic. 1855, divenne sacerdote il 7 aprile 1860, fu coadiutore per sette mesi a Sopraponte e venne poi chiamato come vicerettore in Seminario. Il 22 febbraio 1867 veniva nominato prevosto di S. Afra in città da dove il 13 giugno 1874 veniva trasferito come arciprete e vicario foraneo di Salò. Nell'ottobre 1879 declinava l'invito a passare abate a Pontevico. Ma nel 1884 il vescovo mons. Corna Pellegrini lo chiamava presso di sè come suo segretario e provicario generale (1901-1906). Nominato il 15 luglio 1893 canonico penitenziere della Cattedrale e cameriere segreto di S.S. il 7 gennaio 1904, nel 1907 venne nominato interinalmente vicario generale e nel 1908 diventava rettore del Seminario. Fu inoltre direttore di vari istituti religiosi. Lodato per il suo zelo, pietà ed equilibrio godette vasta stima. Fu molto apprezzato da Pio X. A Salò e a Brescia sostenne con fermezza l'attività dei comitati parrocchiali di cui auspicò anche pubblicamente nel 1883, in occasione delle feste cattoliche, una diffusione più capillare. "Parole dette al suo nuovo e dilettissimo popolo di Salò dall'arciprete Don Vincenzo Gaffuri il 23 agosto 1874 festa del Purissimo Cuore di Maria e giorno del suo ingresso". Stampate a vantaggio della nuova gradinata esteriore della parrocchia che si sta per costruire. Salò, Tip. C. Benuzzi e C., 1874, 10 p., in 8°.