BANCHE Popolari

BANCHE Popolari

Fondate nel 1864 da Luigi Luzzatti si moltiplicarono a Castiglione, Breno (1865), Brescia (1871), prendendo come esempio lo statuto della Banca Popolare di Milano. Di quella di Brescia furono promotori Giuseppe Zanardelli e i suoi amici. Nel 1872 altre Banche Popolari nascevano a Palazzolo sull'Oglio, Desenzano e Lonato (v.). Hanno come precipue finalità la cooperazione per il credito, essendo sorte per combattere il fenomeno dell'usura. Attualmente per questa loro specifica qualificazione di società di persone (e non di capitali) sono ritenute gli enti di credito che più sentono le necessità dei piccoli e medi operatori economici.