BAGOZZI Federico

BAGOZZI Federico

(Villa Carcina, settembre 1848 - 18 febbraio 1899). Impresario edile continuò l'attività del padre Cirillo. Si devono a lui in società con l'ing. Ronchi la ricostruzione della Rocca di Anfo, del forte di S.Briccio, opere di arginatura del Tevere a Roma, la costruzione delle linee ferroviarie di S.Eufemia in Calabria e di S.Agata in Sicilia. A Villa Cogozzo costruì il cotonificio Mylius, a Sarezzo, con Giov.Maria Mutti, fondò un'industria di cementi e di calci, a Cogozzo un'industria di laterizi, a S.Eustacchio di Brescia un'industria delle calci idrauliche. Tentò anche l'escavazione della pietra in Valle di Lumezzane da cui ottenere il cemento, cedendo poi l'impresa alla ditta Gregorelli e Porati. Fu anche pioniere dello sviluppo turistico di Collio, fondando in valle Saramondo a Collio nel 1895 un grande albergo per la cura climatica (Hotel Mella). In ragione di questi meriti a Collio su Casa Lazzari gli fu dedicata la seguente epigrafe inaugurata il 2 settembre 1900: Federico Bagozzi/ Mente e cuore dedicò/ Alla nativa sua Valle/ Il Comune di Collio/ Ne ricorda con gratitudine il nome/ Da questa a lui prediletta dimora/ 1900. Zanardelliano fra i più convinti partecipò attivamente alla vita del partito ricevendone, in cambio, anche favori. Fu per alcuni anni consigliere provinciale.