STEFANI LIDIA

Versione del 27 mag 2016 alle 03:32 di Pgibe (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Questa voce è solo un abbozzo.

STEFANI LIDIA


Carpenedolo

Flauto

Ha studiato flauto presso il Conservatorio di Musica "Luca Marenzio" di Brescia e nel 1985 si è diplomata sotto la guida di Paolo Varetti; successivamente ha seguito i corsi di perfezionamento tenuti da Andreas Blau, primo flauto dell'Orchestra Filarmonica di Berlino. Nel 1985 ha vinto il concorso CAB per strumenti a fiato indetto per gli allievi dei corsi superiori del Conservatorio. Con il gruppo da camera "Caronte" ha vinto vari concorsi nazionali ed internazionali; degni di nota sono il 1° Premio assoluto con 100/100 e menzione d'onore conseguito nel 1988 al Concorso Internazionale "Città di Stresa" e il 1° Premio assoluto al Concorso Internazionale "Carlo Soliva" di Casale Monferrato. L'interesse per la ricerca stilistica e per lo studio dell'insieme l'hanno portata a dedicarsi soprattutto alla musica da camera, in cui ha potuto mettere in evidenza purezza di suono, capacità interpretativa e precisione di insieme, qualità che le sono sempre state unanimemente riconosciute dal pubblico e dalla critica. Svolge attività concertistica con varie formazioni cameristiche, i cui repertori spaziano dalla musica barocca a quella contemporanea d'avanguardia. Si è esibita in numerose città italiane tra le quali Milano, Bologna, Macerata, Spoleto, Ascoli Piceno, Alessandria, Perugia, Parma, Padova, Brescia. Ha registrato per la RAI-TV e per Rai-Radio 3. In duo con la pianista Simonetta Heger, per la casa discografica "Quadrivium" di Perugia ha registrato , in prima esecuzione assoluta, musiche di Fernando Sulpizi e, presentando lo stesso brano, nel 1996 ha vinto il 1° Premio al Concorso di Musica Contemporanea indetto dall' Agimus di Varenna. Dal 1985 si dedica alla didattica del flauto. Attualmente insegna flauto all'Accademia "A. Vivaldi" di Carpenedolo.