RAVASIO UGO

Questa voce è solo un abbozzo.

RAVASIO UGO


Brescia

Liutaio.

Allievo di Giuseppe Stefanini e dei fratelli Bisiach inizia a lavorare nel 1975. Segue numerosi modelli classici ed ultimamente anche bresciani (viole Gasparo da Salò e Maggini). Vernice dal bruno dorato al rosso. Ha partecipato a numerosi concorsi e mostre tra cui la Triennale di Cremona (1979 e 1982), Bagnacavallo, Ortona, Napoli (1987), alla II rassegna bresciana di strumenti a pizzico (1990). E' studioso di storia della liuteria bresciana. Ha curato la traduzione e revisione in italiano di "Gio. Paolo Maggini, vita ed opere" e co-autore di "Gasparo da Salò e la liuteria bresciana tra Rinascimento e Barocco" edito dalla Fondazione Civiltà Bresciana in occasione del 450° della nascita del liutaio bresciano (1990). Ha collaborato con "The New Grove Dictionary of Music and Musicians" per le voci relative ai liutai bresciani antichi. Costruisce violini, viole e violoncelli di buona sonorità e bello aspetto, nella tradizione italiana e in rispetto alla scuola dei suoi maestri. Restauratore di strumenti ad arco antichi e moderni. Ha raccolto oltre 2000 documenti d'archivio relativi ai liutai italiani, organari e musicisti bresciani dei secoli XV-XVI-XVII-XVIII.