UGGERI (2)

UGGERI (Duranti) Cecilia

(Brescia, 17 settembre 1723 - Palazzolo, 3 dicembre 1789). Del conte Paolo e della contessa Paola Calini. Ha la sua educazione a sette anni nel collegio delle Mazze e poi a dodici anni nel Monastero di S. Maria degli Angeli, completandola alla corte di Toscana dove è dama d'onore della granduchessa Dorotea e della duchessa di Parma. Il 6 ottobre 1742 sposa il letterato conte Durante Duranti (1718-1780, v.). È considerata fra le più belle dame di Brescia, ma rifiuta qualsiasi cavaliere servente "per nulla togliere all'amore del marito". Partecipa accanto al marito alla vita di società pur non distinguendosi particolarmente sul piano culturale. Mostra particolare fermezza e rassegnazione quando perde due figlie in giovanissima età, quando i figli Girolamo e Carlo, per volere del padre, ancor giovani sono inviati a servire nell'esercito del re di Sardegna alla corte di Torino; quando il marito uccide in duello un Martinengo e si costituisce a Venezia conscio delle gravi conseguenze che ne possono derivare; infine quando, nonostante le assidue cure, il marito muore a Palazzolo. Nel 1765 ospita a Palazzolo il duca di Chablais, diretto a Innsbruck; il 3 ottobre 1781 è invitata da Carolina di Savoia, che pernotta nel palazzo del conte Francesco Martinengo, a Brescia, essendo in viaggio per Dresda, sposa ad Antonio, fratello del duca elettore. Di Cecilia Uggeri l'abate Lodovico Ricci scrisse un elogio, stampato a Brescia dalla tipografia Vescovi nel 1793.