NOBILE Umberto

NOBILE Umberto

(Lauro, Avellino, 1885 - Roma, 1978). Costruttore aeronautico, esploratore, laureatosi in ingegneria nel 1908, raggiunse il grado di colonnello nel Genio aeronautico. Il 12 maggio 1926 con il dirigibile «Norge» costruito in Italia, sorvolò il Polo Nord assieme al norvegese Amundsen e all'americano Ellsworth. All'impresa partecipò come motorista il rovatese Attilio Caratti. Amico di Arturo Mercanti, il 4 settembre 1926 fu suo ospite a Calcinato assieme ad altri compagni di avventura (Cecioni, Caratti, Arduino e Alessandrini) accolto con grande entusiasmo. Nello stesso giorno fu ospite di Ambrogio De Giuli a Leno. Passando per Brescia, fra le acclamazioni della popolazione, ritornò poi a Milano. A ricordo del breve soggiorno a Calcinato sulla casa Mercanti restaurata venne posta la lapide che recita: «Umberto Nobile / con l'equipaggio del Norge / reduce / con italica gloria imperitura / dalla prima traversata aerea del Polo / Roma Teller / questa casa rinnovata apriva al culto dell'ospitalità e dell'amicizia il IV - IX - MCMXXVI». Il 10 settembre 1926 fu ospite di Attilio Caratti a Rovato. Promosso generale, nel 1928 raggiunse di nuovo il Polo Nord con il dirigibile «Italia», ma nel ritorno, l'aeromobile andò distrutto e parte dell'equipaggio, compreso Nobile, venne salvato dall'aviatore Lundborg e dalla rompighiaccio russa Krass. L'idrogeno necessario alle imprese del «Norge» e dell'«Italia» venne fornito dalla fabbrica bresciana Elettrochimica del Caffaro, sola ad assicurare con particolari accorgimenti l'assoluta purezza del combustibile. Nel giugno 1956 Nobile fu tra i collaudatori della seggiovia della Pezzeda a Collio.