GHEDA Angelo

Versione del 1 giu 2017 alle 23:07 di Pgibe (Discussione | contributi) (una versione importata: Import volumi 3, 4 e 5)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

GHEDA Angelo

(Brescia, 29 gennaio 1861 - Mompiano, 26 ottobre 1941). Di Fausto e di Rosa Gussago. Dalla fine del sec. XIX incominciò a raccogliere ferramenta e rottami e, specie dopo la prima guerra mondiale, divenne talmente popolare che per indicare una qualunque cosa da buttare invalse il detto «dàghel a Gheda". Tenne magazzino, frequentatissimo all'imbocco di via Milano. Tale commercio gli diede fama e denari che gli permisero di comperare a Mompiano ville e poderi.