BALDO Elisa

Versione del 17 mag 2016 alle 23:51 di Pgibe (Discussione | contributi) (una versione importata: Import volumi 01-02)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

BALDO Elisa

(Gavardo, 29 ottobre 1862 - 4 luglio 1926). Sposa 1'11 ottobre 1882 a Gaetano Foresti, ricco negoziante di Brescia, rimase nel 1890 vedova e senza figli e si dedicò completamente a Dio. Sotto la direzione spirituale di P. Giovanni Piamarta iniziò la costruzione in Gavardo nel 1897 della Casa di S.Giuseppe per accogliere sull'esempio della prozia Costanza Cerioli, alcune orfanelle alle quali fare da madre. Con una umile operaia, Caterina Onofrio di Medole aprì la casa il 4 aprile 1898 offrendo ospitalità anche alle giovani del paese, a fanciulle abbandonate, ad una vecchia pellagrosa, fino a quando il 15 marzo 1911 raccolse intorno a sé nove giovani, fondando sotto la guida dello stesso P. Piamarta la Pia Unione delle Umili Serve del Signore che a cinquant'anni di distanza contava 50 suore e novizie, e che oltre al servizio nelle case degli Artigianelli aperte da P. Piamarta prestavano e prestano servizio in ricoveri, istituti, ecc.