BALDINI Gianfranco o Giovanni

BALDINI Gianfranco o Giovanni

(Brescia, 4 febbraio 1677 - Tivoli, 14 giugno 1764). Entrò fra i Somaschi (1694), studiò teologia a Venezia ed insegnò filosofia a Brescia, seguendo il metodo cartesiano, passando poi ad insegnare filosofia e teologia al Collegio Clementino di Roma (1714). Fu consultore della Congregazione dell'Indice (1729) e dei Riti; teologo del tribunale d'Inquisizione; generale dei Somaschi (1748-'51) e vicario generale degli stessi. Socio di diverse accademie, fu numismatico ed archeologo, pubblicando diverse memorie. Si interessò anche di fisica (Lettera sopra le forze moventi, 1730; Relazione dell'aurora boreale, 1737; Relazione sul primo fenomeno di aurora boreale verificatosi nel 1721). Pubblicò pure le "Meditazioni sopra la passione di Gesù" (1733); "Sulle indulgenze". Tradusse "Li alberi, idillii", di P. Desforges Maillard; "Le vite dei Pontefici di Anastas illustrate".