TIMORIA

Questa voce è solo un abbozzo.

TIMORIA


Rock Band Bresciana

I Timoria, una delle più interessanti realtà del panorama musicale italiano, si inseriscono perfettamente in questa tradizione essendo originari di Brescia Il gruppo nasce nel 1985 come PRECIOUS TIME e l'anno successivo accedono alle selezioni di Rock Targato Italia vincendole e questo gli da modo di fare un provino per la Polygram. Nel 1987 fanno il loro primo concerto dal vivo e l'anno successivo esce il 45 giri mix SIGNORNO'! un brano dedicato ad Amnesty International. Nell'estate dello stesso anno totalizzano oltre 30.000 presenze nella loro tournée italiana. Incidono quindi un Extended Play per la Polygram in occasione dell'edizione '88 di Rock Targato Italia. L'EP contiene 4 brani tra i quali: MACCHINE E DOLLARI, MA PERCHE' NON MI VUOI? che seguono la loro ascesa al successo.

Nel gennaio '89 MA PERCHE' NON MI VUOI? è in classifica in oltre 50 radio italiane, network compresi. Nel giugno dello stesso anno viene quindi pubblicato il 45 giri con i brani NON SEI PIU' TU e PUGNI CHIUSI dedicato a DEMETRIO STRATOS (per celebrare il decennale della sua scomparsa).

"COLORI CHE ESPLODONO" il primo album dei Timoria viene pubblicato il 17/4/90 dopo quasi 2 anni di gestazione. E' un omaggio dell'autore Omar Pedrini a grandissimi artisti come Van Gogh, Kandinskij, Mussorgskij, che, prima di lui hanno sottolineato lo stretto legame tra le varie espressioni artistiche, in particolare pittura e musica.

Il gruppo approda alla 41° Edizione del Festival di Sanremo nella sezione "nuove proposte" con il brano "L'UOMO CHE RIDE", aggiudicandosi il Premio della Critica.

Marzo 1991: esce il secondo album dei Timoria "RITMO E DOLORE" anche questo disco è prodotto da Gianni Maroccolo. Ancora una volta l'album è accolto entusiasticamente dai media e dal pubblico. Il tour che ne segue ottiene un grosso successo.

Maggio 1992: viene pubblicato STORIE PER VIVERE che segue l'inizio della collaborazione con Angelo Carrara.

L'amicizia e la stima reciproca si consolidano e sfociano in una collaborazione felicissima: MALE NON FARA' brano scritto e prodotto da Ligabue, arrangiato ed interpretato dai TIMORIA. Prosegue il tour senza sosta fino a marzo '93.

Ottobre '93: i Timoria si presentano all'appello importantissimo del quarto album VIAGGIO SENZA VENTO un concept album di 21 brani il cui tema predominante è il viaggio verso l'oriente alla riscoperta di se stessi. A luglio '94 i Timoria sarà l'unico gruppo italiano ad esibirsi durante la manifestazione Sonoria, un festival di tre giorni che ospita in Italia i più importanti artisti del mondo. Alla fine del tour, settembre '94, il disco ha venduto quasi cinquantamila copie. A dicembre '94 il gruppo entra il sala per realizzare il nuovo album incentrato sul futuro e la realtà virtuale. Gianna Nannini chiede al gruppo di poter realizzare insieme a lei il brano IO VAGABONDO che farà parte di una compilation, in tributo ad Augusto il leader dei Nomadi, di prossima uscita. A poche settimane dall'uscita del nuovo album (marzo '95) i Timoria ottengono il disco d'oro per Viaggio senza vento. Marzo '95: il nuovo album si chiama 2020 SPEEDBALL, prodotto da Angelo Carrara, realizzato e arrangiato dai TIMORIA. L'album contiene 17 brani ed è ambientato in un futuro prossimo, appunto il 2020. Nel luglio '96 esce il primo album da solista di Omar Pedrini, BEATNIK, Il ragazzo tatuato di Birkenhead, sempre prodotto da Angelo Carrara.

Durante il 1996 il brano "Dancin queen" tratto da "2020" viene incluso nell'album "EURO13 COMPILATION #3" pubblicato in Francia dalla 13Bis Records, una raccolta dei più importanti gruppi europei (i Timoria sono l'unica band italiana).

Febbraio '97: esce il nuovo e attesissimo album dal titolo ETA BETA. Questo 6° album testimonia l'amore dei Timoria per la musica intesa a 360 gradi, un mix psichedelico di rock, funk, dance, soul, melodia e…ritmo!! In questo meraviglioso album ci sono ospiti eccezionali, dal percussionista Leon Mobley di Los Angeles (Ben Harper Band), a Dave Fiuczinsky, chitarrista dell'avanguardia newyorchese (Screaming Headless Torses, John Zorn, Freak Power) e Luca "Zulu" Persico dei 99 Posse che canta in SUDAMERICA.

Nell'album è presente una cover di "Zobi la Mouche" dei Negresses Vertes e un brano cantato in francese dal titolo EUROPANIC…è evidente che l'esperienza in Francia ha segnato la carriera della band.