PRANDELLI GIACINTO

Questa voce è solo un abbozzo.

PRANDELLI GIACINTO


Lumezzane

Tenore

Vive a Milano sin dal 1940. Inizia a cantare in giovanissima età accompagnato al pianoforte dall'arciprete don Sabatti e nella corale diretta da Giuseppe Ghidini. A 24 anni si stabilisce a Brescia e per sei mesi studia seramente canto sotto la guida del Maestro Edmondo Grandini che, viste le enormi potenzialità vocali del Prandelli, lo accoglie gratuitamente fra i suoi allievi. Il primo concerto lo vede protagonista a Busseto con musiche di Verdi, il secondo a S.Apollonio nel piccolo teatro che lo aveva visto protagonista non solo di romanze, ma anche di commedie. Il vero debutto è al Donizetti di Bergamo e l'opera del bresciano Franco Margola "Il mito di Caino" gli porta fortuna in quanto alcuni esponenti della "Eiar", l'attuale Rai, presenti in platea, lo contattano e lo portano a Roma dove canta in concerti per i giovani e recita la Wally con Rosetta Pampanini e Carlo Tagliabue. Poi è tutto un susseguirsi di successi. Alla Scala, sotto la direzione di Arturo Toscanini, del quale ha un indimenticabile ricordo, sarà tenore al concerto per la riapertura del massimo teatro lirico del mondo, dopo la guerra. Giacinto Prandelli si esibisce nei più noti teatri italiani. Negli anni '46-'48 è ospite nei maggiori teatri in Svizzera (Ginevra, Berna, Zurigo) ed in Spagna (Barcellona, Santander, Bilbao, La Coruna, Oviedo). Nel 1951 e per alcuni anni dopo, è al "Metropolitan" di New York con grande successo di pubblico e di critica. Nel 1970 l'ultima apparizione al Teatro Grande di Brescia nel ruolo di Paolo in "Francesca da Rimini" di Zandonai. Giacinto Prandelli ha cantato sotto la direzione di maestri di fama internazionale quali: Toscanini, Von Karajan, Dubroven, Fritz Reiner, Pierre Monteur, De Sabata. Fra le cantanti che hanno recitato con il Prandelli citiamo solo i nomi più significativi: Renata Tebaldi, Maria Callas, Rosanna Carteri, Maria Caniglia, Toti Dal Monte, Lina Pagliughi, Clara Petrella.