PAGANI GIUSEPPE

Questa voce è solo un abbozzo.

PAGANI GIUSEPPE


Erbusco

Organista, compositore

Ha compiuto gli studi musicali all'Istituto Musicale "A. Venturi" di Brescia con Gianfranco Spinelli, Luigi Manenti, Giulio Tonelli e Ada Capitanio. Si è diplomato in organo e composizione organistica con Eva Frick e in clavicembalo con Fiorella Brancacci. Abilitato all'insegnamento di Musica e Canto Corale in Istituti Secondari di 2° grado ha tenuto cattedra all'Istituto Magistrale "V. Gambara" di Brescia sino alla quiescenza. Ha sempre svolto attività di organista liturgico nelle cantorie del centro storico. Concertista e collaudatore di Organi Antichi restaurati. Ispettore onorario del Ministero della Pubblica Istruzione e membro della Commissione per la Tutela degli Organi Artistici della Lombardia (1969-85). Membro della Commissione Liturgica della Diocesi di Brescia per il settore Organi e Musica Sacra. Ha pubblicato sulla rivista storica "Brixia Sacra" le biografie di Giovanni Tonoli (1971), Francesco Marchesini (1975), Don Cesare Bolognini (1977) noti organari bresciani. Ha pure pubblicato l'elenco dei nati e morti della famiglia Antegnati dall'Archivio Parrocchiale di S. Agata in Brescia (1973). Ha censito e pubblicato sulla stessa rivista storica, gli organi della Valtrompia (1972-73) e gli organi del Sebino (1975-76). Gli organi della Valtrompia sono anche pubblicati in un solo volume (1975). "Organi e Organari" nella pubblicazione della Grafo "La musica a Brescia nel Settecento" (1981) ed uno studio approfondito sugli organi della Chiesa dei Ss. Nazaro e Celso è stato segnalato al 2° Premio "Mons. Paolo Guerrini" (1989). Ha schedato alcune centinaia di organi del bresciano e tutta la documentazione è depositata presso la Binlioteca della Fondazione Civiltà Bresciana. Come compositore vanta una produzione che varia dalla destinazione liturgica a pezzi per teatro. Undici Messe per vari organici - da due a quattro voci - una serie di motetti, musiche per Sacre Rappresentazioni (1963). Ha collaborato con il Cav. Gianni Boninsegna creando musiche di scena per varie commedie (anche in dialetto di Egidio Bonomi). La produzione strumentale elenca pezzi per Organo e per Clavicembalo: una Toccata è pubblicata da Paideia 1982. Per la Corale di S. Giovanni in Brescia ha composto un Magnificat per soli, coro, organo e orchestra; per un organico più ampio una Passione, su testo del Frate Stefano Urceano 1545, richiesta per il Giubileo del 2000 (1998-99) dove sono previsti un quartetto di ottoni e un coro recitante. Queste opere sono spesso eseguite con crescente successo. Alpino è dal 1998 direttore del Coro "Alte Cime" della sezione di Brescia dell'ANA. Ha curato l'armonizzazione di diversi canti alpini e diretto più di 150 concerti, l'ultimo dei quali in Sicilia in occasione del raduno nazionale del 2002.