GUIDI VITTORIO

Versione del 27 mag 2016 alle 01:51 di Pgibe (Discussione | contributi) (una versione importata: Chi fa musica e Chi scrive - Versione stub)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Questa voce è solo un abbozzo.

GUIDI VITTORIO


Brescia

Violoncellista

Musicista, inizia a cantare a sette anni nelle voci bianche del Coro dell'Oratorio della Pace in Brescia diretto dal M.° Giulio Tonelli, con organista il M.° Mario Conter, vincendo per parecchi anni, dal 1964 in avanti, un ambito premio offerto dai Padri della Pace. Inizia lo studio del pianoforte all'età di sei anni sotto la guida del Tonelli. Si diploma in Musica Corale e Direzione di Coro al Conservatorio di Torino; si diploma in violocello al Conservatorio di Verona e supera il compimento del V° anno di contrabbasso all'Istituto "Venturi" di Brescia. Supera gli esami di abilitazione per l'insegnamento dell'Educazione Musicale nelle Scuole Medie, indi quelli per Musica e Canto negli Istituti Superiori. Insegnante (di ruolo ordinario) in un Istituto Magistrale e di esercitazioni musicali dell'Università Cattolica di Piacenza e Castelnuovo Fogliani. E' Preside in verticale di Istituto Privato. Ha insegnato in corsi di aggiornamento per insegnanti ed è iscritto quale esperto musicale all'albo IRSAE del Provveditorato di Brescia. E' perito ed esperto del Tribunale di Brescia per strumenti musicali, (compresa antica liuteria), per l'arte campanaria, per imprese liriche, d'operetta ed Enti da Concerto. Già organista per cinque anni alla Chiesa del Carmine di Brescia; primo violoncello al Teatro Grande di Brescia, all'Arena di Verona, all'ASLICO di Milano, al Kursaal di Merano ed in centinaia di concerti tenuti in varie località: Roma, Parma, Rovereto, Sirmione, Salò, ecc.; ha partecipato come violoncellista per comparsata nel film "Giuseppe Verdi" della RAI, concedendo la propria collezione di antichi strumenti ad arco per le riprese. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni edite da "Atlas", "La Scuola Editrice", ecc., ma la più significativa è quella presentata all'Ateneo di Brescia dal titolo: "Didattica su strumenti musicali elettronici moderni", che ha dato lo spunto per un progetto originario di costruzione di laboratori elettronici per l'insegnamento collettivo nelle scuole ottenendo l' "Oscar per il miglior progetto d'ingegneria per l'infanzia". Ha fondato la "Scuola Accademia Musicale Bresciana". Ha lavorato per il progetto TAM TAM del Comune di Brescia. Da sempre impegnato nell'insegnamento musicale ad alunni vincitori di borse di studio internazionali provenienti dal Giappone, Usa e da altri stati esteri.