GLI OTTONI DI BRESCIA

Questa voce è solo un abbozzo.

GLI OTTONI DI BRESCIA


L'ensemble strumentale "Gli Ottoni di Brescia" si è costituito nel 1998, con l'intento di far rivivere le composizioni del passato in cui gli ottoni avevano un ruolo importante.

Tutti i componenti del gruppo ( Aldo Bardelloni, tromba; Gerard Colombo, tromba; Marzia Tonoli, corno francese; Luigi Duina , trombone; Alberto Tondi, basso tuba ) hanno collaborato e collaborano con le principali orchestre sinfoniche italiane e straniere (Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia, Arena di Verona, Orchestre de Radio France…).

Gli Ottoni di Brescia hanno tenuto numerosi concerti, sia nella provincia bresciana che al di fuori, in particolare accanto al "Coro Lirico Città di Brescia" e nell'ambito della stagione cameristica 1998/99 della Fondazione Orchestra Guido Cantelli di Milano.

Sono stati inoltre invitati a partecipare al Festival "Luca Marenzio" 1999 con alcune trascrizioni di madrigali effettuate da Gerard Colombo, tratti dal "primo libro dè madrigali a cinque voci" del compositore bresciano, riscontrando il consenso della critica.L'ultimo lavoro a cui l'ensemble strumentale si sta dedicando si basa sul progetto di riportare all'interesse degli ascoltatori le opere di Andrea e Giovanni Gabrieli utilizzando trascrizioni, eseguite da Alberto Bardelloni, in cui ad un gruppo di 8 ottoni, spesso suddivisi in 2 cori contrapposti, viene accostato l'organo. Questi ampi sforzi hanno condotto ad un concerto tenuto nella "Basilica Polironiana" di San Benedetto Po (MN) applaudito dal pubblico e dalla critica.

Il repertorio del gruppo spazia comunque dal Rinascimento ai giorni nostri, sia con opere originali, sia con trascrizioni.