GIUGNO ALESSIO

Questa voce è solo un abbozzo.

GIUGNO ALESSIO


Brescia

Cantante

Inizia giovanissimo, sotto la guida del M°. Bruno Baruffa, un corso di canto che lo porta a vincere il 1° concorso all'eta di sei anni. Indi prosegue a cantare per parecchio tempo sino all'esibizione al Teatro Grande di Brescia nel febbraio 1972, naturalmente nel coro, e precisamente nel "Mefistofele" di Arrigo Boito con maestro direttore Berislav Klobucar e con interpreti Bonaldo Giaiotti (Mefistofele) e Ottavio Garaventa (Faust).

Nel melodramma Alessio Giugno partecipò per parecchi anni in occasioni che richiedevano la sua presenza quale giovane corista come nell'"Amleto" di Faccio (grande amico di Boito) ed all'inaugurazione di alcune stagioni liriche del Nostro Massimo.

Il maestro Baruffa non fu solo un maestro di canto, ma un didatta di pianoforte ed altri strumenti, batteria compresa, ed è a quest'ultima che si avvicinò il Giugno verso i quattordici anni formando il gruppo "The Kings" con i quali rimase per oltre tre anni per poi passare a più impegnative esibizioni come batterista-cantante esibendosi nelle più note sale da ballo italiane e con le più prestigiose orchestre.

Attualmente Alessio Giugno fa parte come batterista di un gruppo di Rock-Blues suonando nei "Pub" e nelle feste di piazza e come cantante, usufruendo delle "basi" ed in duo con una ragazza, rallegra l'uditorio in occasione di matrimoni e banchetti. Alessio Giugno è collaboratore manager dell'IAAF nel settore dell'atletica.