BRIANZA PIERO

Questa voce è solo un abbozzo.

BRIANZA PIERO


Rovato

Liutaio.

Figlio d'arte, con una genealogia che spazia dai tempi difficili del nonno pianista e compositore cieco alla mamma che scrive poesie epiccoli poemi. Definire il Brianza liutaio sembrerebbe limitativo in quanto è un artista eclettico che accanto alla costruzione di chitarre, mandolini e strumenti vari ha saputo creare un campionario incredibile di marchingegni musicali di prototipi brevettati, ma mai prodotti, ricavati da alcuni atrezzi della cultura materiale contadina: vanghe setacci, zappe, palette, ecc. E' riuscito a trasformare le zucche in violini e le botticelle in carillon. Ma la notorietà a livello nazionale (numerose le sue presenze in trasmissioni TV) il Brianza l'ha ottenuta con una citazione del 1987 entrando nel "Guinnes" dei primati con l' "Orchestra in sette cm." composta da 12 strumenti musicali "mignon", tutti perfettamente funzionanti, pianoforte compreso.