BONO ALESSANDRO

Questa voce è solo un abbozzo.

BONO ALESSANDRO


Brescia

Chitarrista.

A dieci anni frequenta il Centro di Educazione Musicale "G.Paoli Padova" (attuale Centro "G.Ligasacchi") dove viene avviato allo studio della chitarra dal M.° Fausto Betelli. L'anno successivo viene ammesso al Conservatorio di Brescia, nel quale, sotto la guida del M.° G.Fia, conseguirà il diploma nel 1983 con il massimo dei voti e la lode; nel frattempo si perfeziona ai corsi di Gargnano tenuti dal M.° Oscar Ghiglia. Nel 1974 entra a far parte dell'orchestra Mandolini e Chitarra "Cittè di Brescia" diretta dal M.° G.Ligasacchi, (con la quale attualmente ancora collabora) che lo porterà: nel 1974 a Kerkrade, dove l'orchestra si aggiudica il 3° premio al Concorso Internazionale; nel 1978 sempre a Kerkrade l'orchestra si aggiudica il 1° premio; 1° premio al Concorso Internazionale di Ferrara nel 1979. Seguono tourneè e festivals internazionali che lo vedono impegnato come solista dell'Orchestra in Bulgaria, Francia, Germania, Spagna, Grecia e Italia: al Teatro San Carlo di Napoli, al Veneto Festival, al Pontificio Istituto di Roma,, nella Stagione Concertistica dell'Accademia di S.Rocco a Venezia. Contemporaneamente inizia un'intensa attività concertistica come solista -nel 1981 vince il Primo Premio assoluto ai Concorsi Internazionali di Stresa e Bardolino- in duo con affermati musicisti e con importanti formazioni cameristiche e orchestrali quali: Nuovi Spazi Sonori, Gruppo Musica Insieme di Cremona, Caronte, Ensemble de "I Solisti Veneti", Orchestra da Camera di Brescia, Quintetto "Raffaele Calace", Orchestra da Camera di Bratislava, Orchestra Nuova Cameristica di Milano, Orchestra Sinfonica "Antonio Salieri, Gruppo Cameristico "Florentio Maschara" diretto da Virginio Cattaneo, Orchestra "Vergilius" (nei ruoli di solista e direttore), "Teaforthree" trio, Orchestra "Sinfonietta Italiana". Ha collaborato a numerosi spettacoli teatrali con la compagnia "La Loggetta" di Brescia e con il "Teatro del Te". Suona stabilmente in duo con la flautista Stefania Maratti, con la chitarrista Romina Brentan, con il mandolinista Ugo Orlandi con il quale ha suonato in Spagna (Madrid, Segorbe, La Coruna) e con il quintetto a plettro "R. Calace" con il quale ha tra l'altro effettuato una tournee negli Stati Uniti. Ha partecipato all'incisione di 10 CD per la Arts, Velut Luna e Nuova Era: "L'oi bella va in giardino" con la Compagnia strumentale bresciana; "Musica per un momento"; "Giacomo Sartori"; uno dedicato ad autori bresciana; un CD monografico di Claudio Mandonico; un CD di musiche natalizie; 2 CD delle opere da camera di Raffaele Calace; "Incontro Casuale; un CD con musiche di Paganini, Bortolazzi, Gragnani per mandolino e chitarra. Autori bresciani quali F. Margola e C. Mandonico gli hanno dedicato loro composizioni. E' docente di chitarra presso la scuola media ad indirizzo musicale "U. Foscolo" di Brescia e nell'aprile 2000 ha diretto l'Orchestra formata dagli alunni della scuola in uno spettacol teatrale al Teatro Grande. In questi anni ha suonato con una Kohno 40 del 1981 ed attualmente suona con una A. Scandurra del '99.