BARCHI MICHELE

Questa voce è solo un abbozzo.

BARCHI MICHELE


Pralboino

Clavicembalista.

Ha studiato pianoforte a Milano con Isabella De Carli, si è poi diplomato come autodidatta in clavicembalo; ha registrato per "Teldec" musiche per clavicembalo nell'edizione "Bach 2000" e si è dedicato anche alla costruzione di copie di strumenti antichi quali spinette, virginali, clavicembali ad uno o più manuali ed un gravicembalo - lungo più di tre metri - esemplare unico al mondo, un organo positivo con canne il legno di cipresso ed un "lautenwerk". Dal 1991 al '94 ha collaborato con "Les tresors d'Orphée"; ha tenuto concerti in varie città italiane ed estere in collaborazione con "Giardino Armonico" ed anche come solista (Svizzera, Francia, Spagna, Portogallo, Germania, Austria, Belgio, Irlanda, Norvegia, Stati Uniti, Canada e Malesia); ha tenuto corsi di perfezionamento ed inoltre compone sinfonie e musiche per il teatro. Michele Barchi è un concertista di notevolissima bravura, sensibile e musicalissimo, tecnica sciolta, che si porta in giro per il mondo uno dei propri clavicembali, scelto in rapporto al programma da eseguire. Nella sua ricca discografia troviamo le opere di vari compositori da Vivaldi ad Haendel, a Purcell, a Bach, ecc., per le edizioni "Stradivarius", "Giulia Records", "Supraphon", "Barocco", ecc. Il Barchi si occupa anche di pittura, decorazione e restauro; dall'anno 2000 è presidente dell'Associazione "Amici della Chiesa di S. Maria degli Angeli".