AVANZI DI BALERA

Questa voce è solo un abbozzo.

AVANZI DI BALERA


Gli Avanzi di Balera si sono formati nel 1992 con il semplice intento di costituire una cover-band che, contravvenendo all'esterofilia imperante, proponesse solo musica italiana. Dal maggio dello stesso anno ad ora hanno all'attivo oltre 800 date nei locali del nord Italia e non solo.

Durante il tour estivo del 1996 in Sardegna hanno conosciuto il produttore "Fat Celentano" che, colpito dalla comunicatività del gruppo nel coinvolgere e divertire il pubblico, ha posto le basi per un progetto discografico a cui gli Avanzi hanno lavorato per quasi due anni, scegliendo e riarrangiando in chiave rock alcuni brani a cui ognuno era in qualche modo particolarmente legato.

Un test del progetto è stato effettuato nel luglio 1997 in Sardegna alla sesta edizione del Rocce Rosse & Blues Festival di Arbatax dove hanno aperto con successo il concerto di Wilson Pickett e di James Brown. Tra aprile e maggio del 1998, nel Pull Studio di Cesano Boscone, alle porte di Milano, con un manipolo di amici, realizzano per la Pull-Fuego il cd "Birre,gazzose e gin fizz". L'album, prodotto da Gigio Franchini, registrato da Paolo Baldan Bembo (attuale fonico dei varietà Fininvest) e mixato da Sean Chenery, sound engineer londinese. Il gruppo, per promuovere il disco appena uscito, intraprende nel mese di agosto, per il terzo anno consecutivo, un tour in Sardegna. Nel settembre del 1999 con l'entrata di Fabio Del Rio il gruppo assume la sua attuale formazione di classico ed essenziale quartetto rock e inizia a lavorare al progetto sulle canzoni di Lucio Battisti. Si arriva di conseguenza a registrare nel maggio del 2000 un demo con cinque canzoni, positivamente recensito sul n° 20 del dicembre 2000 della rivista L'ISOLA CHE NON C'ERA (speciale dedicato a Lucio Battisti), che, oltre ad Amore caro amore bello, portata al successo da Bruno Lauzi, contiene Sì viaggiare, Fiori rosa fiori di pesco, Il tempo di morire e Dio mio no, l'unica canzone di Battisti all'epoca sottoposta alla censura della RAI.

Nel giugno del 2001 gli Avanzi, negli studi di "Michele l'intenditore" dove già avevano registrato il demo, completano il lavoro attingendo dalla vasta produzione Mogol-Battisti e scegliendo con l'unico criterio di seguire le indicazioni dettate dai ricordi cui ognuno è più legato.

Questo progetto, che gli Avanzi di Balera hanno realizzato personalizzando e dando una veste particolare con i loro grintosi arrangiamenti ad alcune tra le più belle canzoni di Lucio Battisti, si è concretizzato nel maggio del 2002 con la pubblicazione, per l'etichetta On sale, del nuovo lavoro discografico dal titolo "Quel gran genio del mio amico".

Dal lontano esordio del 1992 il gruppo ha visto passare tre le sue fila numerosi musicisti fino alla formazione attuale, attiva stabilmente dal settembre del 1999, costituita oltre che dai due membri fondatori, Gian Marco Carossino e Carlo Dolce, dal bassista algerino Djamel Bougherarà e dal batterista Fabio Del Rio.