ZAINA Pietro

ZAINA Pietro

(Malonno, 17 settembre 1900 - Saviore dell'Adamello, 29 agosto 1978). Sacerdote. Da chierico prestò servizio militare, dal 7 marzo 1918 al 16 dicembre 1921, nel 5° Reggimento Alpini e nel 72° Fanteria a Edolo, Verona, Vicenza, Trento e Mantova. Smobilitato il 16 dicembre 1921 ritornò in Seminario. Sacerdote il 29 maggio 1926, fu vicario cooperatore a Lovere, dal 1932 a Vezza d'Oglio e dal 18 giugno 1935 parroco a Saviore. Zelante, vi promosse l'Azione cattolica, la Schola Cantorum, la Filodrammatica, le scuole di catechismo. Appassionato della montagna, si prodigò nell'assistenza religiosa e sociale degli operai impiegati alla costruzione degli impianti idroelettrici. Durante il periodo della Resistenza (1943-1945) fu il consigliere, l'interprete attivo e coraggioso dei bisogni della popolazione, sostenendo il movimento partigiano e, allo stesso tempo, evitando ritorsioni, devastazioni ecc. contro il paese, che toccarono invece alla vicina Cevo. Il 4 novembre 1944 riuscì ad evitare la vendetta che la Banda Muti aveva già incominciato ad attuare contro Saviore e la sua gente. In altre occasioni evitò arresti e azioni di rappresaglia. Infine, essendo fortemente indiziato di favoreggiamento ai ribelli, dovette lasciare il paese e rifugiarsi presso persone fidate, fino alla Liberazione. Con rinnovato zelo continuò il ministero sacerdotale fino alla rinuncia alla parrocchia nel 1968.