WITTE

WITTE (de) Pietro, detto il Candido

(Bruges ?, 1548 c. - Monaco di Baviera, 1628). Pittore fiammingo con lunga esperienza di formazione italiana. È presente a Firenze nel 1569, dove disegna cartoni per arazzi; è poi attivo a Volterra e a Roma come collaboratore del Vasari, di cui è amico. Trasferitosi alla corte di Baviera vi importa la cultura e il manierismo italiano, dedicandosi a una pala dell'Annunciazione donata dal duca di Baviera Guglielmo V e dalla consorte Renata, per riconoscenza, a p. Faustino Cattaneo, loro cappellano e maestro del Coro. Trasferita a Brescia nel 1595, come scrive V. Volta ("La chiesa e il convento di S. Maria del Carmine", p. 68) «su testimonianze del tempo, divenne già da sola meta di pellegrinaggi di artisti e di intenditori d'arte curiosi di ammirare e capire il fascino misterioso del capolavoro del Candido». Il dipinto venne portato in processione il 28 gennaio 1596 con grande festa popolare. È firmata "P. Candidus pictor ducis Bavariae F." e dalle vecchie guide venne attribuita al Bagnadore.