VAL Finale, punte di

VAL Finale, punte di

A m. 2666 s.l.m., tratto di cresta accidentata compresa tra la Bocchetta del Fupù e il Corno Piazza, spartiacque fra la Val Finale e la conca del Lago d'Aviolo. Il toponimo è riferito alla valle che sprofonda ad O verso la Val Camonica. Riportate senza nome e con le quote 2666 m e 2728 m dalla carta IGM, sono indicate col toponimo e la quota 2751 m dalla carta TCI. Non rivestono interesse alpinistico, e furono visitate da Arrigo Giannantonj il 4 luglio 1921, che, attraversata in quota la testata della Val Finale fin sotto il Corno Piazza, per una serie di canali pervenne in cresta e la percorse da N verso S, scavalcando le due quote più alte, per poi discendere il versante orientale della cresta e raggiungere il Lago d'Aviolo, 1920 m.