VAGLIA: differenze tra le versioni

[versione bozza][versione verificata]
 
m (una versione importata: Import volume XX)
 
(Nessuna differenza)

Versione attuale delle 16:09, 11 apr 2021

VAGLIA

Famiglia, che si vuole di origine toscana - ricordata, in persona di un Simone di Marco, nella cronaca di Castello da Castello, ove egli narra i contrasti tra Guelfi e Ghibellini, nel secolo XIV - da lungo tempo stabilita in Idro. In Idro attivò fin dal 1743 una fornace per la produzione di coppi e di mattoni, venduti nei distretti di Vestone, Bagolino, Condino. Stemma: «D'azzurro, alla torre di due palchi d'argento merlata alla ghibellina ed aperta del campo». Tra i Vaglia si distinsero religiosi di valore fra i quali il gesuita p. Giovanni Vaglia (v.), il piamartino p. Giuseppe Vaglia. Un Giov. Battista Vaglia fu dal 1768 al 1775 cappellano dell'oratorio di Claone di Lavenone. Da Idro passò a Nozza di Vestone il geometra Marsilio Vaglia (v.) i cui figli Ugo (v.), Oreste (v.) e Italo, medico, si fecero notare chi nell'attività professionale, chi nella storiografia. Attivo nel Trentino Alberto Vaglia alla guida, con il fratello, di un gruppo comprendente la Monkey Sistemi di Vestone e altre ditte trentine.