SONCINI Scipione: differenze tra le versioni

(Nessuna differenza)

Versione delle 10:08, 25 apr 2020

SONCINI Scipione

(n. nel 1573 c. - viv. 1641). Del nob. Bartolomeo q. Annibale (Cestini). Letterato e segretario dell'Accademia degli Erranti. Membro dell'Accademia dei Sollevati. Fece parte del Consiglio Generale della Città dal 1622. In varie raccolte di poesie d'occasione si trovano sue composizioni in versi: in "Rimostranze de gli Accademici erranti al Sig. Leonardo Donado", pp.24 sgg; in "Tributi ossequiosi de gli Accademici erranti alla partenza dell'ill. sig. Domenico Bragadino dalla Prefettura di Brescia", p. 29; in "Industrie delle Sagre muse alle glorie di S.Andrea Corsini", pp.8-9; in "Rose estemporanee di Pindo"; in "Parnaso, nella canonizzazione di S. Giovanni"; in "Voli degli accademici sollevati del Carmine di Brescia, nel solennizzare la festa di S. Andrea Corsini" (Brescia, G.M. Rizzardi s.d.), e versi in altre raccolte.