SCHREIBER, famiglia

Versione del 10 mar 2020 alle 00:24 di Pgibe (Discussione | contributi) (una versione importata: Import Volume XVI)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

SCHREIBER, famiglia

Famiglia originaria della Germania e suddivisasi poi in vari rami e in varie località. Al ramo che da Graz, città della Stiria, in Austria, si trapiantò in Italia appartengono gli Schreiber di Bergamo e Brescia. Da Giacomo (Jacobo) nato a Graz nel 1770, coniugato con Barbara Welzen nacquero: Francesca, levatrice comunale di Romano (Bergamo), Andrea Augusto e Lindoro. Da Andrea Augusto (Bergamo, 1804 c. - Brescia, 27 luglio 1863) e dalla prima moglie Anna Brena nacquero: Teresa (Bergamo, 1826 - Brescia, 1863, sposata con Antonio Pellegrini), Augusto (Bergamo, 1830) (v. Schreiber Augusto e Carlo), Carlo (Bergamo, 1831) (v. Schreiber Augusto e Carlo); dalla seconda moglie Santa Gorlani ebbe Rinaldo (Brescia, 1857-1913), sposato con la nipote Rachele Pellegrini dalla quale ebbe: Augusto (Brescia, 7 dicembre 1881 - 21 luglio 1945), orologiaio, Teresita, Anita e Manlio Garibaldi (Brescia, 6 gennaio 1893 - Gardone Riviera, 1991) gioielliere (v.). Da Augusto e dalla moglie Emilia Piccardi nacquero: Carmen (1906-1999), Renzo (Orzinuovi, 11 marzo 1908 - Brescia, 4 ottobre 1990), titolare della Omnia, macchine per uffici in via Pace 10/A, Luigi (Orzinuovi, 30 ottobre 1911, trasferito a Pavia nel 1957) e Rinaldo (v.). Da Manlio Garibaldi e da Francesca Panzi nacquero Manlio Rinaldo (Brescia, 3 novembre 1919), Franco (Brescia, 21 maggio 1921, a Milano nel 1948), Giorgio (Brescia, 7 aprile 1926) tutti gioiellieri.