PALAZZO delle Poste e Telegrafi

PALAZZO delle Poste e Telegrafi

Imponente edificio sul lato settentrionale di Piazza Vittoria. Costruito su progetto dell'architetto Marcello Piacentini dal marzo 1931 all'ottobre 1932 su un'area di 1994 mq. Le riquadrature di marmo nero lucidissimo delle tre grandi aperture sono di Nero del Belgio. La pavimentazione dei locali del pubblico è di Gabbria da Aurisina. La grande scalinata d'accesso al palazzo è, come quella della Torre della rivoluzione, in pietra porfirica bruna di Bienno. Ampi semisotterranei per gli archivi e magazzini; il piano terreno per i servizi pubblici; tre 'piani superiori con 54 locali per uffici, oltre una grande sala di mq 400 per gli apparati telegrafici; grandi ambienti all'ultimo piano per l'officina ed i servizi elettrici inerenti agli apparati. Nella parte occidentale del Palazzo venne conservata la piccola facciata di una casa affrescata dal Gambara. (v. Posta, Poste).