PAGNONI Annibale

PAGNONI Annibale

(Monza, 20 agosto 1865 - 9 marzo 1944). Rimasto orfano a sette anni, fu accolto nell'Istituto Pavoniano di Monza come alunno e nel luglio 1882, avendo mostrato il desiderio di farsi pavoniano, iniziò il noviziato, emettendo i voti il 15 agosto 1883, e quelli perpetui nella festa dell'Addolorata nel 1892. Religioso laico di grandi virtù e infaticabile apostolo della gioventù, frequentò a Milano una scuola di intaglio, assumendo nel 1883 la direzione della sezione falegnami delle Scuole professionali di Monza e poi di Brescia. La sua abilità artistica come intagliatore, scultore e progettista fu assai nota in città ed altrove: la sezione dei falegnami intagliatori divenne celebre per merito suo.


Parecchie chiese e santuari conservano tuttora i saggi della sua valentia. Una statua del S. Cuore da lui modellata domina la Casa di Esercizi spirituali di Triuggio. In occasione del Centenario dell'Istituto Artigianelli (1921) eseguì un gruppo molto ammirato del ven. Pavoni con gli artigianelli. Già avanti con gli anni, con non lieve sacrificio accettò il trasferimento, nel 1926, a Pontedilegno, dove si pensava che la sua abilità potesse far fiorire la erigenda scuola d'intaglio di quell'istituto, che per varie circostanze si dovette poi abbandonare. Restano della permanenza a Pontedilegno le porte della locale parrocchiale.