ORENGO Carlo Adolfo

ORENGO Carlo Adolfo

(Ancona, 28 agosto 1875 - Genova, marzo 1940). Di Carlo e di Luigina Mazza. Impiegato delle Ferrovie dello stato si trasferisce a Brescia da Napoli il 12 marzo 1912. Attivo sindacalista cattolico, partecipò a numerose iniziative. Durante la prima guerra mondiale fu segretario della Casa del Soldato, e presidente della sezione ferroviaria della stessa. Sempre attivo nelle Unioni cattoliche del lavoro, nel primo dopoguerra fu tra i più attivi propagandisti del PPI. Nel gennaio 1919 venne chiamato a far parte della commissione provvisoria che preparò la fondazione del partito a Brescia e in provincia. Nel settembre 1919 e poi ancora nel 1923 venne eletto nel direttivo della sezione cittadina del PPI. Nell'ottobre 1920 entrò a far parte del comitato provinciale del partito. Nel dopoguerra intensificò anche l'azione sindacale. Consulente del Segretariato del Lavoro, divenne segretario della sezione ferrovieri della Unione del Lavoro e presiedette a congressi, fra cui,, nel 1934 il Congresso della Federazione Tessile e a riunioni sindacali. Fu inoltre rappresentante per le sezioni urbane. Fu consigliere comunale nel 1920-23, consigliere e animatore del Segretariato del popolo. Divenuto dirigente amministratore del reparto locomotive delle ferrovie dello Stato, venne poi il 12 marzo 1939 trasferito a Genova.