OPERA Pia Bettolini, di Chiari

OPERA Pia Bettolini, di Chiari

Venne fondata grazie ai lasciti di Giovanni (morto nel 1873) e di Ottavia Bettolini (morta il 19 febbraio 1877). Quest'ultima nominò sua erede universale la città di Chiari, con l'obbligo di «applicare tutti i beni ereditari, soddisfatti i legati e le passività, a uno stabilimento per raccogliere, educare e istruire specialmente nei lavori di campagna, e mantenere con alloggio, vitto e vestito i fanciulli d'ambo i sessi abbandonati o in pericolo di darsi al vagabondaggio, aventi domicilio o residenza in Chiari, Castelcovati e Castrezzato sopra presentazione del parroco del rispettivo paese». In più disponeva: «A questo istituto di educazione e ricovero dei fanciulli sarà aggiunto un ricovero di mendicità a favore dei disgraziati domiciliati o residenti in Chiari, che non hanno diritto alla speciale provvidenza di altri Pii Istituti esistenti nella città. Ad esempio, saranno accolti i mentecatti, i cronici, i ciechi, e simili... Questo ricovero di mendicità non sarà attivato però che entro i limiti del sopravanzo delle rendite del patrimonio dopo aver provveduto all'Istituto di ricovero e di istruzione agricola dei fanciulli nominato per primo...». L'Opera Pia venne eretta in Ente morale nel 1894.