ONTIFERO Onorato

ONTIFERO Onorato

Di Carpenedolo. Soldato di un reparto d'assalto, nella campagna di Albania, venne insignito della medaglia al V.M. con la seguente motivazione: «Facente parte di un piccolo posto, visto che il nemico cercava di aprirsi un varco nei reticolati, gli si slanciava contro, colpendolo efficacemente col lancio di bombe a mano. Dovendo la compagnia spostarsi, per contrattaccare il nemico in un altro punto della fronte, chiedeva al comandante di poterlo seguire. Nell'attacco, incurante del fuoco della fucileria nemica, si slanciava fra i primi all'assalto, e, con lancio di bombe a mano, metteva in fuga l'avversario. Per tutta la durata del combattimento dava prova di ardimento e sprezzo del pericolo» Monte Messovun (Albania), 23 luglio 1920.