OFFICINE Costruzioni Elettriche Angelo Nocivelli

OFFICINE Costruzioni Elettriche Angelo Nocivelli (OCEAN), s.p.a.

Fondate nel 1959 da Angelo Nocivelli (Cignano di Offlaga, 1903 - Verolanuova, 1991), con sede a Verolanuova, produssero dapprima stabilizzatori per frigoriferi e televisori. Negli Anni Sessanta si inserirono, grazie ai figli Luigi e Gianfranco, nel settore dei congelatori orizzontali e poi dei frigoriferi domestici e commerciali e successivamente in quello delle caldaie. L'Ocean creò poi uno stabilimento a Pozzaglio. Nel 1975 occupava 700 dipendenti (550 a Verolanuova, 150 a Pozzaglio) e aveva 35 miliardi di fatturato. Superata la crisi del 1977-1979 l'azienda allargava la produzione mentre nell'ambito dell'Ocean entravano anche partecipazioni della Ercole Marelli di Milano, della Delchi, pure di Milano, e della C.G.A. (Compagnia generale alluminio) di Udine. Nel 1981 veniva chiuso lo stabilimento di Pozzaglio. Nello stesso anno il fatturato saliva a 57 miliardi in confronto ai 50 miliardi del 1976. Nel 1982 il fatturato saliva a 60 miliardi. Nel 1984 mentre l'Ocean acquistava dall'IRI la Sangiorgio di La Spezia, i dipendenti erano saliti a 800. Nello stesso anno veniva raggiunta l'intesa per l'acquisto della «Zanussi climatizzazione s.p.a.» di Pordenone, mentre il fatturato raggiungeva 83 miliardi. Nel 1985 entravano nell'ambito dell'Ocean la «Samet» di Bassano del Grappa mentre nel 1986 il fatturato saliva a 155 miliardi. Nel 1987 l'impresa verolese assorbiva la «Costan S.p.A.» di Belluno, chiudendo l'anno con un ricavo di 187 miliardi, che nel 1988 era già a 240 miliardi, mentre il fatturato raggiungeva i mille miliardi (in confronto ai 10 miliardi nel 1968). Nel 1989 rilevava la Chaffoteaux, gruppo francese delle caldaie e nel 1991 la Sanyo Argo Clima S.p.A. di Gallarate, mentre il mercato si allargava alla Germania dove comprava la Blomberg. Nel marzo 1992 acquistava la Technibel di Lione, produttrice di condizionatori e apparecchi aerotermici. Il gruppo Nocivelli alla stessa epoca saliva verso i 2 mila miliardi di fatturato e l'Ocean era al primo posto nell'elenco delle aziende bresciane.