OCHI Alessandro

OCHI Alessandro

(Ghedi, 16 aprile 1827 - 4 novembre 1910). Di famiglia distinta. Ancora studente nel 1848 partecipò attivamente alla rivoluzione. Rifugiatosi in Piemonte, fu tra i primi volontari del generale Griffini, ai cui ordini combatté per tutta la campagna di quell'anno. Dopo la sconfitta di Novara si ritirò a vita privata. Assorbito nelle cure familiari nel 1859 non partecipò ai fatti di guerra. Nel 1860 si arruolò nella seconda spedizione in Sicilia agli ordini del gen. Medici, con il quale combatté nella giornata campale del Volturno e all'assedio di Capua, dove si guadagnò le spalline di ufficiale. Nel 1866 fu di nuovo volontario nelle file garibaldine passando poi nell'esercito regolare mantenendo il grado. Ritiratosi poi a vita privata, fu a Milano procuratore generale d'affari del portoghese Enrico Dacosta, visconte di Porto Lauro, dal quale fu prediletto. Fu anche molto benefico. A Ghedi fu tra i primi ad intraprendere opere di bonifica. In politica fu moderato.