OBLATI di Maria Immacolata

OBLATI di Maria Immacolata (O.M.I.)

Congregazione fondata nel 1816 a Aix in Provenza dall'ab. C.G. Eugenio De Mazenod. Si prefisse come scopo di predicare missioni e ritiri nelle parrocchie delle campagne e dei sobborghi delle grandi città, e di curare spiritualmente i poveri, i carcerati ed i derelitti in generale; si aggiunsero poi la direzione dei seminari per la formazione del clero e le missioni tra gli infedeli. Gli O.M.I. ebbero prima il nome di Missionari di Provenza, poi di Oblati di S. Carlo, ed infine di Obalti di M.I. in occasione dell'approvazione delle costituzioni e delle regole (Roma, 1826). In seguito a molte missioni al popolo predicate dai religiosi nel Bresciano, il vescovo mons. Luigi Morstabilini, nel giugno 1974 accolse la proposta del Centro Missionario di accogliere in diocesi a Passirano comunità di animazione missionaria, particolarmente tra i giovani, formata dai padri Palmiro Delalio (bresciano), Fausto Pelis e Luigi Vitulano. Molti i bresciani entrati nella Congregazione.