NEMBER Giuseppe Vincenzo

NEMBER Giuseppe Vincenzo

(Quinzano, 26 luglio 1825 - 2 gennaio 1906). Di Francesco. Ingegnere. Appassionato agricoltore, si dedicò allo sviluppo dell'azienda con metodi e mezzi moderni. Nel dicembre 1875 veniva chiamato con Ugoni e Gorio a studiare la lavorazione industriale del lino; nel 1876 era tra gli aderenti al progetto della Scuola agraria della Bornata. Fu sindaco di Quinzano, presidente dell'ospedale e ricoprì numerose cariche. Si adoperò per assicurare all'asilo di Quinzano l'eredità Sandrini. Padre di Francesco, Ernesta in Scanzi, Emilia sposa a Cesare Bertazzoli, Fanny sposa al nob. Pellegrini. In occasione delle nozze della figlia Ernesta con il medico dott. Francesco Scanzi, il can. don Giovanni Rossa e il prof. Faustini gli dedicavano alcuni preziosi inediti di Giovita Scalvini. Analogo dono nuziale scelse il figlio ing. Giuseppe il quale in occasione delle nozze della sorella Fanny con il conte Pietro Pellegrini pubblicava in un opuscolo due lettere inedite di Pietro Giordani.