NANNI o Nani Sebastiano

NANNI o Nani Sebastiano

Sec. XVI. Lapicida bresciano ma abitante a Cremona nella parrocchia di S. Mattia. Nei registri della fabbrica del duomo di Cremona, alla data 30 novembre 1560, è raccolta la perizia fatta da Nicolò da Lugano, anch'egli lapicida bresciano, «per doi piedistalli sotto li leoni alla porta grande del Domo forniti in opera per mio giudizio et consentia valeno lire 374, e più il scalino denanzi alli leoni qual va mesurato al longo et medal de la porta mesurato al quadretto a lire tre il brazzo, e così il quadretto ecc.». Anche il figlio di Sebastiano, Angelo, fu lapicida e scultore, autore delle ancone in marmo degli altari del Crocifisso, di S. Benedetto, e di S. Antonio di Padova nella stessa Cattedrale di Cremona.