NANI Polo

NANI Polo

Sec. XV-XVI. Provveditore generale della Repubblica Veneta, fu a Brescia ove abitò nelle case dei Federici in contrada di S. Antonio. Nel 1529 mobilitò alcune migliaia di uomini, affidandone il comando a Giannantonio Negroboni ed a Gianmaria da Castello; ma non risulta che abbiano preso parte a fatti d'arme. Il Nani ed il suo collaterale Gianandrea da Prato furono poi denunziati da Pietro Longhena con accusa di prevaricazione ed anche di diffusione di monete false; vennero imprigionati (26 novembre 1530), riconosciuti colpevoli e confinati.