MUTUA di Assistenza e Previdenza e Credito per i Dipendenti del Comune di Brescia

Versione del 1 ott 2018 alle 03:50 di Pgibe (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

MUTUA di Assistenza e Previdenza e Credito per i Dipendenti del Comune di Brescia

Ente morale istituito con delibera podestarile n. 31336 del 21 dicembre 1942, ebbe lo Statuto approvato con provvedimento n. 15716 del Ministero dell'Interno sentito il Comitato Interministeriale per la finanza locale nella seduta del 20 giugno 1944, mentre il Regolamento venne emanato il 30 dicembre 1944. La Mutua si prefisse la cura delle seguenti previdenze: 1. Indennità giornaliera di malattia; 2. Assistenza medico - chirurgica - ostetrica - spedaliera e farmaceutica; 3. Cure termali ed idropiniche; 4. Cure marine ed alpine per i figli degli iscritti; 5. Assegni di lutto; 6. Assegni temporanei; 7. Prestiti in denaro; 8. Assistenze ed agevolazioni varie, che il Consiglio ritenesse di adottare. Ebbe un Regolamento formulato da Gino Giorgi con la collaborazione per la parte sanitaria del prof. Iginio Poggi pubblicato nel 1945.