MUTTI Giovanni Maria

MUTTI Giovanni Maria

(Gardone V.T., 3 agosto 1839 - 2 febbraio 1901). Di Santo e di Rosa Casari. Industriale, con il fratello Angelo si dedicò all'industria del ferro, aprendo uno stabilimento per la fabbricazione di filo, che, travolto dalla piena del Mella del 1880, ricostruì cedendolo alla ditta Strada che affittò parte dello stabilimento ai Redaelli. Occupando circa 60 operai produceva annualmente intorno ai 18 mila quintali di punte di Parigi di broccami e di filo di ferro. Giovanni Maria Mutti dava vita, l'anno seguente, con Federico Bagozzi a Sarezzo al crocevia con Lumezzane ad uno stabilimento per la produzione di cementi e calci idrauliche. A Gardone introdusse l'industria elettrica. Fedele amico di Zanardelli fu consigliere comunale e provinciale e poi deputato provinciale. Patriota, nel 1860 partecipò all'impresa di Sicilia.