MULIER

MULIER (o De Mulieribus) Pietro

Detto il Cavalier Tempesta o Il Tempesta (Haarlem, 1637 - Milano, 1701). Fermatosi a Brescia tra il 1690 e il 1696, destò tale entusiasmo con i suoi paesaggi tempestosi nei quali le evocazioni della fantasia e la libertà pittorica superano il dato naturalisticamente inteso, che i paesisti bresciani operanti a cavallo dei due secoli si fecero un punto d'onore nell'imitarne la maniera. Nella Pinacoteca Tosio Martinengo esistono del Mulier: «Un ponte con macchiette»; «Paesaggio con alberi e montagne»; "San Giovannino in riposo", già a S. Giulia. Della sua scuola: «Paesaggio con cacciatori a cavallo»; «Paesaggio alpestre». Presso la Congrega apostolica: «Ratto d'Europa»; «Mercurio in un vasto paesaggio». Di proprietà privata: «Natività», firmata; «Paesaggio». Nella collezione Lechi esistevano alla fine del sec. XVII: «S. Giovanni Battista che raccoglie acqua», «Una Marina con barca e macchiette», tre paesaggi, un «Piccolo cane dormiente» in parte saccheggiati, in parte venduti.