MORONI, famiglia

MORONI, famiglia

Sono citati dal Nassino come provenienti da Torbole. Il cronista li considerava «de bassa condizione». C'è chi li fa derivare dai Morandi di Ravenna. Nonostante ciò fecero parte della nobiltà ed ebbero lo stemma: «D'argento, all'albero di gelso (moro) sradicato, al naturale, fruttifero di rosso». Ad Orzinuovi ebbero come arme «l'albero di moro (il gelso) verde in campo d'argento».