MORA (2)

MORA

Famiglia di Cemmo, secondo il Murachelli proveniente dalla Svizzera. Erano detti anche «Sozzo». Un Bartolomeo Mora, senza figli, offrì alla Repubblica veneta, nelle pubbliche calamità, parte delle sue sostanze e venne perciò aggregato alla nobiltà veneziana nel 1665. Prese moglie, ma morì senza figli nel 1694. Erede di tutti i suoi averi fu un suo nipote che continuò la progenie. A Capo di Ponte i Mora-Sozzo appaiono nel 1581. Divennero proprietari terrieri di Capo di Ponte e dintorni. La località Ronchi di Scianica era di loro proprietà. I Mora di Cemmo diedero alla Chiesa bresciana vari sacerdoti.